A passo di danza per “Il sorriso di Beatrice”. Al Lyrick è di nuovo Galà di danza

//A passo di danza per “Il sorriso di Beatrice”. Al Lyrick è di nuovo Galà di danza

A passo di danza per “Il sorriso di Beatrice”. Al Lyrick è di nuovo Galà di danza

PERUGIA – Oltre 300 ballerini, ragazzi e bambini, e 25 scuole di danza provenienti da tutta l’Umbria per il Gran Galà di danza “Il Sorriso di Beatrice” che si è svolto sabato 13 ottobre al teatro Lyrick di Assisi. Un grande evento di beneficenza organizzato dal Comitato per la Vita “Daniele Chianelli” e giunto quest’anno alla seconda edizione. Anima e regista dell’iniziativa Ombretta Meniconi, ex ballerina e mamma di Beatrice che con il marito Aldo Santi ha creduto fortemente e voluto questo progetto, dedicandogli tutta sé stessa.  Tutto esaurito per una serata intensa che ha visto sul palco l’esibizione di ballerine e ballerini, bambini e ragazzi che si sono cimentati in vari generi, dalla danza classica, al moderno, fino alla danza sportiva e la ginnastica artistica, accompagnati dalla musica del maestro flautista, Andrea Ceccomori.  Ma l’obiettivo della serata non è stato soltanto ricordare la piccola Beatrice, scomparsa a soli due anni per una terribile malattia,  ma sostenere anche quest’anno il lavoro del Reparto di Oncoematologia pediatrica dell’Ospedale di Perugia con il “progetto Beatrice” a cui verrà devoluto l’intero ricavato della serata. Già l’anno scorso il “Progetto Beatrice” ha contribuito a realizzare un grande investimento del Comitato che ha acquistato e donato al Reparto di Oncoematologia pediatrica 5 monitor di ultima generazione per i parametri vitali dei piccoli pazienti, già installati e funzionanti e fondamentali per la salute dei piccoli ricoverati. Quest’anno anche l’arte del maestro Francesco Quintaliani che ha realizzato una bellissima opera per l’occasione dedicata all’evento. Non sono mancati  poi rappresentanti delle istituzioni come la Presidente dell’Assemblea regionale Donatella Porzi e il sindaco di Assisi Stefania Proietti e della comunità scientifica come il professor Brunangelo Falini direttore della Struttura di Ematologia e Trapiano e il dottor Maurizio Caniglia Direttore della Struttura complessa di Oncoematologia pediatrica. “Non posso far altro che ringraziare – ha detto Franco Chianelli, presidente del Comitato – Ombretta e Aldo che nel ricordo di questa meravigliosa bambina continuano a combattere affinché tragedie come la loro, che mia moglie ed io ben conosciamo, non si ripetano più”.

By | 2018-10-15T15:40:13+00:00 Ottobre 15th, 2018|Non categorizzato|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment